Home » News
- REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE - SERVIZIO DI CAR SHARING - TRASFERTA NELL'AMBITO DEL COMUNALE DI LAVORO - ESENTE

Risoluzione n. 83 del 28 settembre 2016 - Agenzia delle Entrate

L'art. 51, comma 5 del Tuir, in relazione alle trasferte effettuate nel medesimo comune ove è ubicata la sede di lavoro, dispone che "le indennità o i rimborsi di spese per le trasferte nell'ambito del territorio comunale, tranne i rimborsi di spese di trasporto, comprovate da documenti provenienti dal vettore, concorrono a formare il reddito". Ciò diversamente da quanto previsto dal medesimo comma per le trasferte fuori dal territorio comunale, per le quali non concorrono a formare il reddito del lavoratore le indennità, entro una determinata soglia, nonchè i rimborsi analitici delle spese di viaggio, anche sotto forma di indennità chilometrica, e di trasporto, semprechè tali spese siano rimborsate sulla base di idonea documentazione.

Il servizio di car sharing rappresenta, soprattutto nelle aree urbane, una evoluzione dei tradizionali sistemi di mobilità considerati dall'art. 51 del Tuir, e conseguentemente, i rimborsi delle relative spese in favore dei dipendenti in trasferta nel territorio comunale, documentate nei modi indicati, possono essere ricondotti nella previsione esentativa di cui al comma 5 del medesimo art. 51.

stampa news allegato


Prassi  07/12/2016


DECADENZA RATEAZIONE DA ACCERTAMENTO - POSSIBILITA' NUOVO PIANO DI RATEAZIONE

Circolare del 03/10/2016 n. 41 - Agenzia delle Entrate

Decadenza dalla rateazione di somme chieste in pagamento dall'Agenzia delle entrate a seguito di accertamenti - Possibilità di rateizzare i residui importi dovuti mediante un nuovo piano di rateazione - Art. 13-bis, comma 3, decreto legge 24 giugno 2016, n. 113, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2016, n. 160

stampa news allegato


Prassi  06/10/2016


IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE - ONERI DETRAIBILI - SERVIZI SCOLASTICI INTEGRATIVI

Risoluzione n. 68/E del 04 agosto 2016 - Agenzia delle Entrate

Sono detraibili, ai sensi dell'articolo 15, comma 1, lett. e-bis), del TUIR, le spese sostenute per i servizi scolastici integrativi, quali l'assistenza al pasto e il pre e post scuola; ciò in quanto tali servizi, pur se forniti in orario extracurricolare, sono di fatto strettamente collegati alla frequenza scolastica. 

Diverso parere si esprime, invece, per quanto riguarda la detraibilità delle spese relative al servizio di trasporto scolastico, anche se fornito per sopperire ad un servizio pubblico di linea inadeguato per il collegamento abitazione-scuola.

stampa news allegato


Prassi  09/09/2016


ONLUS - attività di consultorio - prestazioni a pagamento identiche a quelle gratuite - attività connesse a quella principale - limiti

Risoluzione n. 10/E del 23.01.2015 - Agenzia delle Entrate

Non comporta la perdita della qualifica di ONLUS l’operato di una fondazione che, nell'ambito della propria attività di consultorio, renda verso corrispettivo prestazioni della stessa natura di quelle istituzionalmente previste, a favore di chi abbia già usufruito delle prestazioni gratuite, quando le ulteriori prestazioni si rendano necessarie per completare in maniera proficua la terapia.

Tali prestazioni rientrano fra quelle "direttamente connesse" all’attività istituzionale, previste dal comma 5 dell’art. 10 d.lgs 460/1997. I relativi proventi non devono superare il 66% delle spese complessive dell'organizzazione.

 

stampa news allegato


Prassi  26/11/2015


Fatture elettroniche – conservazione da parte di soggetto diverso dal depositario scritture contabili - assenza obblighi di comunicazione

Risoluzione n. 81/E del 25 settembre 2015 - Agenzia delle Entrate

Il contribuente non ha alcun obbligo di comunicazione del soggetto deputato alla conservazione delle fatture elettroniche, ciò anche nell’ipotesi in cui le stesse siano conservate da un soggetto diverso dal depositario delle scritture contabili.

Cionondimeno, in caso di ispezioni e verifiche, il contribuente (ovvero il depositario delle scritture contabili) dovrà mettere i verificatori nelle condizioni di visionare ed acquisire tutta la documentazione fiscale, compresa quella che garantisce l’autenticità ed integrità delle fatture, al fine di verificarne la corretta conservazione.

stampa news allegato


Prassi  23/11/2015


Irpef – spese sanitarie - Cambio sesso – finalità terapeutica – onere detraibile

Risoluzione n. 71/E del 3 agosto 2015 - Agenzia delle Entrate

Un intervento medico-chirurgico di adeguamento dei caratteri sessuali è da considerarsi una spesa sanitaria con finalità terapeutiche quando la discrepanza fra il sesso anatomico e la psicosessualità del soggetto determini in lui un disturbo al proprio equilibrio psicofisico. In tale ipotesi, la spesa è da considerarsi detraibile ai sensi dell’art. 15, co. 1, lett. c) del Tuir, sempre che dalla fattura del centro accreditato per il tipo di intervento risulti la descrizione della prestazione erogata al paziente.

stampa news allegato


Prassi  26/10/2015


Pagina [1] di 5 Avanti    vai a pagina »

Ultime News

In questa sezione sono presenti le news più recenti.
Per le altre news clicca Centro Studi.
Le news sono suddivise in cinque categorie: normative, giurisprudenza, prassi, riflessioni, dottrina.
È possibile effettuare la ricerca per titolo e per testo, o navigare per categoria

Le news riportate sono relative agli ultimi tre mesi per consultare quelle antecedenti visualizzare l'archivio del Centro Studi

ARCHIVIO
www.spazioapertotributario.it   MAPPA DEL SITO  
    seminari NEWS
    eventi FAQ
    corsi di prepazione CONTATTI
CONTATTI

info@spazioapertotributario.it

informazioni relative a eventi:
segreteria@spazioapertotributario.it
tel. +39 081 18 89 10 90
visitatore n°: 425086

sito aggiornato al 05/09/2018